TASI


Tasi è l'acronimo di Tassa sui Servizi Indivisibili, la nuova imposta comunale istituita dalla legge di stabilità 2014. Essa riguarda i servizi comunali rivolti alla collettività, come ad esempio la manutenzione stradale o l’illuminazione comunale.

La grande novità della Tasi è che il soggetto passivo non è solo il proprietario a qualsiasi titolo dei fabbricati, ivi compresa l’abitazione principale, le aree scoperte e le aree edificabili, a qualsiasi uso adibiti, ma anche l'affittuario. La legge infatti stabilice che nel caso in cui l’unità immobiliare è occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull’unità immobiliare, quest’ultimo e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria. L'occupante però verserà solo una parte del totale compresa fra il 10% ed il 30% secondo quanto stabilito dal Comune nel regolamento della Tasi. La Tasi è pagata da chi possiede o detiene a qualsiasi titolo fabbricati, ivi compresa l'abitazione principale e aree edificabili, come definiti ai sensi dell'imposta municipale propria, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli. In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria.

Il gettito della TASI stimato in circa € 140.000,00 è destinato al finanziamento parziale, dei servizi indivisibili sotto indicati, nella percentuale del 25,45% i cui costi, in previsione, da sostenere per l’anno 2014 sono i seguenti:

 

Servizi Indivisibili

Spesa prevista anno 2014

Pubblica Sicurezza e Vigilanza

250.000,00

Illuminazione Pubblica

255.000,00

Manutenzione Verde Pubblico

45.000,00

 TOTALE

550.000,00

 


  1. Regolamento IUC - contenente la disciplina Tasi;
  2. Relazione regolamento IUC;
  3. Integrazione Regolamento IUC;
  4. Aliquote Tasi 2014;
  5. Prospetto riepilogativo Tasi.
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.102 secondi
Powered by Asmenet Calabria